FESTA DEL PAPÀ: LE ATTIVITÀ DA FARE IN CASA PIÙ BELLE DA REGALARE

La festa del papà si sta avvicinando e come ogni anno spetta alla mamma cercare qualche pensierino che possa essere gradito sia dal papà e sia dai bambini in maniera tale da essere rappresentativo.
Ecco quindi tante idee per la festa del papà. Immagini carine, tenere e pensieri per il papà da conservare per sempre. 

Festa del papà: i regali fai da te

I regali homemade, ovvero quei pensieri per il papà che si possono facilmente creare in casa insieme ai bambini sono davvero ideali per chi desidera regalare qualcosa di unico al proprio papà. Qui di seguito diverse  idee prese su internet per i bambini che già sanno scrivere. I barattoli per la festa del papà sono davvero carini e super personalizzabili! I figli e la mamma possono scrivere quanti più biglietti desiderano sulle tante cose che amano del papà o su giornate trascorse insieme che sono rimaste nel cuore. Guardatele e scegliete quella perfetta per voi!









Ritaglia, incolla e crea: attività per la festa del papà 

Qui le idee, sempre fatte in casa, per un regalo per la festa del papà creato dai bambini (e anche con l'aiuto indispensabile della mamma!) utilizzando cartoncini, colori, forbici e colla. In questo modo i bambini si divertiranno tantissimo e saranno davvero fieri nel regalare al proprio papà un pensierino creato con tanta fatica e impegno!




















Festa del papà: i regali dei bambini piccoli

Anche i bambini tanto piccoli possono facilmente partecipare al gioco delle attività per la festa del papà. Infatti, anche loro, sebbene non sappiano ancora creare pensieri con le loro mani, possono realizzare un gradito regalo utilizzando ad esempio le manine e i piedini immersi nei colori a dita. Anche carina è la soluzione di creare formine con la pasta al sale, fatta poi indurire e dipinta. Ecco i regali dei bambini piccoli per la festa del papà.




Sempre la tua principessa




Papà, non importa quanto grandi diventeranno queste mani, sarò sempre la tua piccola bambina.










Leggi anche:Libri da 0 a 3 anni


Festa del papà: le filastrocche più belle

Infine, ecco qualche filastrocca per la festa del papà, da includere nel regalo per il papà o da dedicare al papà per ricordargli quanto è importante non solo durante la giornata del papà ma durante tutto l'anno! Auguri papà!!
Mi piace aspettarlo al tramonto quando torna a casa dal lavoro È stanco, si vede dal volto, mi stringe e mi dice: “Tesoro!”. Poi gioca con me sul tappeto, mi bacia e sorride radioso è questo il momento più lieto in cui io lo abbraccio affettuoso. Si merita tutto il mio amore il babbo che tanto mi ama ed io ce l’ho sempre nel cuore son pronto ogni volta che chiama. E oggi che è la sua Festa È un giorno di gran felicità, Così voglio urlare entusiasta: Auguri al mio grande Papà!
Oggi ho letto sul giornale a caratteri cubitali: “È la festa del papà!” Tanti auguri in quantità!
Per la festa del Papà ho pensato là per là come fare un grande dono al mio babbo tanto buono. Ho pensato ad una torta tonda o quadrata, poco importa! Poi ad un cane o ad un castello grande, grosso, molto bello… Poi a un viaggio favoloso, straordinario e avventuroso… Ma son piccolo e perciò tanti soldi non ne ho! Bhe’, pazienza, sai che faccio? Gli do solo un grande abbraccio!
San Giuseppe vecchierello cosa avete nel cestello? – Erba fresca, fresche viole nidi, uccelli e lieto sole! Nel cantuccio più piccino ho di neve un fiocchettino, un piattino di frittelle e poi tante cose belle! Mentre arriva primareva canto a tutti una preghiera, la preghiera dell’amore a Gesù nostro Signore. Auguri per la festa del papà.
È marzo ed ecco qua, c’è la festa del papà! Dimmi un po’: che regalare? La cravatta da indossare? Una penna luccicante per il mio babbo importante? Un portafoglio in pelle o delle semplici cartelle? Dei buonissimi cioccolatini o… anche solo dei bacini? Non è un manager papà ma è assai grande ciò che fa!
È dentro di me e vibra con tenerezza come il fruscio di betulle e salici piangenti la tua vita. Vivo come un cespuglio di rododendri in fiore che strappa al cielo perle di sole è scritto qui, nelle vene, il rumore dei tuoi passi di montanaro mai stanco. Stupendi come l’alba che gioca con la rugiada sui petali dei fiordalisi, sono qui, nella radura dell’anima i giocattoli di legno plasmati con le tue mani per farmi bambino felice. È qui, nel cuore racchiusa in un abbraccio infinito e leggero la tua figura di vecchio sofferente con le mie poesie sulle ginocchia e un rigo di pianto. Padre hai accompagnato sottovoce i miei anni: grande come l’immensità del mare. Vorrei gridare al tempo di fermarsi perchè non si spenga il dialogo che nutre lo scorrere di questa mia vita che continua la tua.


Commenti

Post più popolari