CIAO CIAO DETOX

Avete presente la moda del DETOX e quindi degli SMOOTHIES?

In pratica consiste nel fare 3 giorni di totale astinenza dai cibi solidi, introducendo solo ed esclusivamente smoothies ( che sarebbero frullati di frutta e verdura crudi, senza l'aggiunta di latte).
Di conseguenza il corpo si purifica e disintossicandosi, dall'eccesso di cibo o da abitudini alimentari scorrette,  ci si sente più forti e con più energia.

Ok. Questo in modo molto riassuntivo è quello che troverete sui motori di ricerca se scrivete la parola detox e smoothies.


Ma funziona davvero? 

Ormai sembra che questa moda abbia contagiato tutti.
Apro instagram e trovo persone che sono in piena dieta detox e postano le foto con i loro beveroni, anche  Clio Makeup ci è cascata ed ha addirittura postato sul blog le ricette per fare dei corretti smoothies.

Io sono partita in quinta la scorsa settimana.
 Sono andata a fare la spesa e nel carrello c'era di tutto: mango, avocado, acqua di cocco, semi di lino, pere, banane, barbabietole, cetrioli, ecc ecc

Ero convinta davvero di potercela fare.

Mi sono scaricata moltissime ricette per preparare i frullati (bisognerebbe berne sei al giorno, uno ogni due ore).

Ed ecco che il fatidico giorno arriva e sono pronta. Proverò questi tre giorni di DETOX.

Eccomi a pranzo con il mio beverone composto da avocado, banana, semi di lino e acqua di cocco.

Ne assaggio due cucchiaini e lo trovo buonissimo.
Arrivo a metà tazza e ho la nausea.
Mi faccio forza e lo bevo tutto.

Due ore dopo di nuovo.
Frullato diverso ma risultato uguale: mi faccio forza ma arrivo solo a metà.
Dicono che il primo giorno sia il più difficile.

Apro instagram e ora mi compaiono solo foto di piatti stra-mega buoni: torte, pizze, panini, focacce…
Arriva la sera e preparo da mangiare ad Ale. Mai quella frittata di spinaci mi era sembrata così appetitosa.
Resisto, e mentre Pietro continua a chiedermi perché io lo faccia (per la cronaca: era per pura curiosità)
mi preparo quello che penso sia uno smoothie buonissimo: barbabietola rossa, cetriolo, limone, ravanelli ,sedano.

Lo assaggio.

Basta ne ho abbastanza.

Quattro cucchiaini di questo intruglio posso anche berli ma una tazza intera proprio non riesco!!!
E alla fine getto la spugna.

Penso di essere la sola recensione negativa sul web riguardo questa dieta, ma per me è stato proprio impossibile.
Da questa esperienza ho dedotto che è fondamentale avere un libro su cui seguire le ricette, non bastano quelle di internet (alcune sono delle vere schifezze), anche il tempo deve essere favorevole (in estate sarà sicuramente più facile) e poi ci vuole tanta, ma tanta determinazione. 
La mia sola curiosità non è bastata.

Il risultato? Il giorno dopo mi è uscita l'allergia primaverile e sono stata debole fino a sera.
Non so voi ma io aspetterò un bel po' prima di riprovarci!!!




Commenti

Post più popolari