IL MARE D'INVERNO

Questa mattina Ale si è svegliato presto. Non vuole mai andare al nido, ma dico mai!
Invece la prima parola che ha detto è stata: "Pappa nido". Oh mannaggia Ale, oggi non si va al nido è sabato!!
Così abbiamo deciso di portarlo dalle nonne e andare a magiare pranzo al mare.
Si prospettava una giornata perfetta: sole, mare, farinata, shopping, io e lui insieme.

E invece no.

Arrivata dalle nonne inizio a sentirmi poco bene, mal di testa, freddo, nausea. In poche parole incomincio a vedere come giornata perfetta divano, piumone, te caldo e film.

Bella fregatura.

Non demordo, soprattutto perché so che Pietro ci tiene proprio tanto.
Fame zero e temperatura che sfiora gli zero gradi. Ci mettiamo in viaggio, in fondo non vedo l'ora di vedere il mare ma ecco che si presenta a noi un paesaggio insolito.

Neve, grandine e tanto freddo!

Ci mettiamo a ridere!! In fondo ci siamo abituati al fatto che tutti i nostri piani vengano stravolti!!
Prendiamo la giornata così come viene. Andiamo a prendere da mangiare e ci parcheggiamo proprio davanti al mare.

Cosa c'è di più romantico? Siamo io, lui e il mare.
Sono così rari i momenti in cui possiamo stare un po' da soli.



Quando partiamo per tornare dalle nonne intravediamo dietro di noi il sole. Ovvio, noi ce ne andiamo e il tempo diventa bello.
Quando arriviamo Ale dorme. E allora anche noi ci mettiamo sotto le coperte e stiamo li abbracciati, insieme come non facevamo da un po'. Ci addormentiamo così, uno nelle braccia dell'altro. Va bene così, non è stata una giornata di sole e shopping ma molto meglio.


Ci addormentavamo vicini vicini, senza che ci importi dove inizia uno e finiva l'altro, né di chi sono queste mani o questi piedi, in una complicità così perfetta che ci incontravamo nei sogni e il giorno dopo non sapevamo chi aveva sognato chi e quando uno si muove tra le lenzuola l'altro si accomoda negli angoli e nelle curve e quando uno sospira sospira anche l'altro e quando uno si sveglia si sveglia anche l'altro.
                                                                                                                  I. Allende, Paula.

Ne è valsa la pena fare tutto quel viaggio, attraversando il sole, la neve e la grandine per poi tornare al sole, mezza influenzata, per stare un po' con Pietro. Solo io e lui. 
Solo le coppie con bambini piccoli sanno quanto sono preziosi questi momenti.
Buona serata!

Commenti

Post più popolari